Dipingere prelevandosi sangue

L’artista contamporaneo Ted Lawson per il suo ultimo capolavoro ha deciso di utilizzare una parte vitale di sè.
Dopo aver scritto linee su linee di codice per comandare una stampante nel ricreare il suo ritratto, ha pensato bene di alimentare direttamente il serbatoio dell’inchiostro con la sua vena. Prelevando il sangue per endovena, il risultato che ne è uscito è un ritratto a grandezza naturale dell’artista nudo: Ghost In The Machine è il titolo del quadro che ha debuttato nell’esposizione “The Map Is Not The Territory” al Joseph Gross Gallery di New York.

madai!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...