La bici più connessa, la bici diventa supertech

Partito come semplice progetto in cerca di fondi su Kickstarter, ha raggiunto e superato l’obiettivo.
Valour rappresenta la prima bici connessa al mondo. E’ sufficiente impostare la destinazione dalla sua app per essere guidati curva dopo curva da un sistema di luci a led presenti sul manubrio, che indicano lampeggiando il momento giusto per girare a destra o a sinistra. Ovviamente l’applicazione terrà traccia di tutti i dati relativi al percorso: tempo impiegato, distanza percorsa, velocità massima raggiunta, calorie bruciate. La differenza con tutte le altre app che monitorano l’attività risiede nella tipologia di sensori che sono direttamente integrati a bordo della bicicletta e non sono i soliti sensori accelerometri del cellulare.
Poi vi sono altri sensori che, facendo vibrare il manubrio, indicano se una vettura si sta avvicinando troppo dietro di noi o si sta affiancando.
Costruita in fibra di carbonio, promette estrema leggerezza e durabilità. I primi esemplari sono venduti a partire da circa 750 euro e saranno spediti dopo l’estate, anche in Europa, tra ottobre e novembre.

madai!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...