Deathswitch, il servizio che invia messaggi dopo che sei morto

Un’email a scoppio ritardato per inviare messaggi a parenti, amici o nemici: si chiama Deathswitch.
Un testamento elettronico dove è possibile scrivere email con dati come password, account o informazioni importanti e selezionare i destinatari delle informazioni protette.
Nell’epoca di internet Deathswitch si pone come memorizzatore di password e dati d’accesso di una vita da inviare al diretto interessato in caso di morte del proprietario.
Il sistema automatizzato di Deathswitch invia regolarmente una richiesta all’utilizzatore del servizio con la domanda ‘Sei vivo?’; generalmente la risposta sarà “Aspetta, sono ancora vivo!” ma, nel caso non ricevesse risposta, il sistema continuerà a chiederlo ad intervalli regolari fino a quando, ipotizzando la morte del soggetto, invierà i messaggi alle persone selezionate.
Il servizio è disponibile in due forme: gratuita, un solo messaggio ad una persona; con abbonamento premium da 19,95 dollari all’anno che permette l’invio fino a 30 messaggi con allegati ad un massimo di 10 persone per email.

madai!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...