Haenyo, le donne del mare coreane

Si chiamano Haenyo, in coreano donne del mare, e sono donne che praticano la pesca subacquea nella provincia di Jeju-do in Corea del Sud.
Fino al 1900, la pesca sull’isola di Jeju era un’ attività svolta esclusivamente dagli uomini, ma le tasse sul pescato imposte ai pescatori uomini della regione resero la professione poco produttiva e redditizia. Le donne di Jeju, non soggette allo stesso regime fiscale degli uomini, presero le redini dell’attività di pesca, creando così una vera e propria società matriarcale. Le Haenyo si immergono fino a cinque ora di fila raggiungendo i 20 metri di profondità e, trattenendo il respiro per oltre due minuti alla pari di un provetto nuotatore o di un esperto apneista, passano da un posto all’altro prima di riportare sulla terra ferma il loro carico di frutti di mare: orecchie di mare, abaloni, ricci di mare, polpi e alghe.
Negli ultimi anni stiamo assistendo al declino di questa attività, infatti, se nel 1960 si contavano oltre 30000 immersioni nelle acque di Jeju e Udo oggi sono appena 5000.

madai!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...